Fase 2 – Come essere produttivi al 100%

Stiamo per entrare nella famosissima e tanto attesa Fase 2. Molte aziende soprattutto in ambito produttivo ripartiranno con il proprio lavoro, oppure (per i pochi fortunati che non hanno mai chiuso), continueranno a lavorare, magari ripartendo al 100% dopo un periodo di limitazioni delle attività produttive.

Sei sicuro che la produzione sia l’unico problema da risolvere nella tua azienda?

Cercherò di farti capire il mio punto di vista e, sarò molto felice, se nei commenti mi farai sapere il TUO punto di vista.

Iniziamo definendo lo stato della situazione nella quale eri prima dell’avvento del covid-19.

Disclaimer! Banalizzo ed ipersemplifico. Ovviamente cercherò di fotografare una situazione generale che potrebbe non rispecchiare la tua situazione, per questo ti rinnovo l’invito a scrivere nei commenti la tua idea per cercare di fornire la miglior soluzione possibile.

Nell’era pre-covid lo Smart Working era utilizzato solo dall’8% delle PMI.

Nella situazione attuale, invece, quasi la totalità delle aziende è dovuta ricorrere ai ripari facendo lavorare da casa tutti i dipendenti e collaboratori che lo potevano fare. In pratica non stanno facendo Smart Working ma stanno facendo un uso spropositato del remote working (se vuoi conoscere le differenze clicca qui per leggere l’articolo che ho scritto in merito).

Penso che siamo tutti d’accordo sul fatto che l’Italia prima dell’avvento di questa pandemia era molto arretrata digitalmente e che fosse necessario spingere sull’acceleratore e smettere di essere il fanalino di coda. Siamo anche tutti d’accordo che uno dei problemi più spinosi è la connettività internet. Per questo ti invito a contattarmi e valutare insieme a te il miglior servizio per la tua azienda.


Ricapitolando abbiamo una situazione “A” pre-covid ed una situazione “B” attuale.

Premesso che nessuno ha la sfera di cristallo, quello su cui siamo tutti d’accordo è che dalla fase 2 in poi la situazione reale non sarà la situazione “A” e non sarà nemmeno la situazione “B” ma sarà una situazione che si troverà in mezzo alle due, come si evince dall’immagine qui sotto.

Quello che non sappiamo è in quale punto la situazione si stabilizzerà tra la situazione A e la situazione B. ovvero sarà una via di mezzo tra:

  • torniamo tutti a lavorare in ufficio come prima
  • lavoreremo tutti da casa

quello che possiamo aspettarci è che la situazione futura avrà una probabilità maggiore di trovarsi perfettamente nel mezzo tra le due.

Fatta questa doverosa premessa, adesso ti ritroverai con un problema

La produzione ripartirà, ma l’ufficio (inteso come amministrazione, commerciali, ecc) saranno ancora in una situazione ibrida indefinita.

In pratica in emergenza covid-19 sia il reparto produzione che gli uffici lavoravano a produttività ridotta (in media al 70% in meno delle potenzialità dell’azienda), per cui è vero che la tua azienda stava andando ad una velocità del 30%, ma tutta la filiera interna era allineata ed in equilibrio.

Adesso invece ti ritroverai con la produzione al 100% e l’ufficio sempre in emergenza al 30%.

Per cui se non corri subito ai ripari ti ritroverai con la produzione che realizza materialmente il prodotto che vendi, ma i commerciali non vendono e l’amministrazione non tiene la contabilità.

La conseguenza è che ti ritroverai il magazzino pieno di materiale invenduto, oppure venduto ma non fatturato.


Per far funzionare tutta la tua azienda al meglio della sua produttività è necessario che tutti i reparti siano allineati e produttivi allo stesso modo.

È vero che in tempi di emergenza hai cercato di sistemare al meglio il tuo ufficio facendo lavorare tutti in remote working con mezzi a volte di fortuna. Sei stato bravissimo in questo, nessuno lo mette in dubbio, ma adesso devi necessariamente trovare un nuovo equilibrio per far lavorare TUTTI al meglio e non puoi farlo con mezzi di fortuna.

Hai sottovalutato questo aspetto della Fase 2?

Sei sempre in tempo per correre ai ripari, ma se non lo farai rischi di essere sorpassato dalla concorrenza che invece non ha sottovalutato questo aspetto. Ed in questo periodo di crisi questo errore pesa 10 volte di più.


Se vuoi possiamo fissare una video call e parlare più specificatamente del tuo caso e sviluppare una soluzione adeguata per far lavorare anche il tuo ufficio al 100%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.